Glossario del gatto

Questo è un glossario del gatto!

Se ti è sfuggito il significato di qualche termine sei nel posto giusto. Qui troverai in ordine alfabetico le parole che fanno parte dell’universo micioso, dalla A alla Z.

Fanne buon uso!

A

Anuria: in zoologia indica la mancanza di coda in individui che normalmente dovrebbero esserne provvisti.

Artigli retrattili: in condizioni di riposo gli artigli restano ritratti in una guaina cutanea. La contrazione del muscolo relativo fa stirare il tendine che estrae l’artiglio dall’alloggiamento cutaneo, pronto a sferrare il suo pericoloso attacco.

B

Boli di pelo: sono cumuli di pelo nello stomaco derivanti dalla toelettatura che il gatto fa quotidianamente. A volte in mezzo a queste matasse si possono sedimentare crocchette semi digerite, quindi il bolo assume un aspetto giallastro-marroncino. Vengono anche chiamati tricobezoari.

C

Castrazione: operazione chirurgica con la quale vengono asportati i testicoli del gatto maschio. L’età consigliata per la castrazione del gatto è compresa tra i sei/dieci mesi di vita, quando i testicoli del micio sono discesi completamente. Nello specifico, esistono due tecniche di castrazione: l’orchiectomia che è la castrazione vera e proprio e la vasectomia, che si usa anche per sterilizzare le persone (gli uomini).

Collana: pelliccia formata da peli più lunghi che avvolgono il collo del gatto, simile a una criniera di leone.

Congenito: si riferisce a una malattia, difetto o conformazione presente nell’animale fin dalla nascita.

Cromosoma: sono piccoli corpi filamentosi presenti in tutte le cellule, costituiti da un’unica molecola di DNA in cui risiedono le informazioni genetiche.

Cuscinetti plantari: sono dei cuscinetti posti sotto le zampe che, al loro interno, contengono numerose ghiandole sudoripare. Oltre ad essere una fonte di sudore per il gatto, donano al gatto un passo silenzioso visto che ammortizzano i passi.

D

E

Estro: rappresenta il periodo dell’anno in cui la gatta è fertile e in calore. Dura da 3 a 14 giorni, ma in media una settimana. E’ importante sapere che le gatte sono considerate femmine poliestriche, perché sono soggette a più periodi di estro nel corso dell’anno.

F

Fusa: il termine vuole significare un rumore particolare simile a quello prodotto dalla rotazione di un fuso. Sono un segnale per comunicare alla madre che l’operazione di allattamento sta procedendo al meglio.

G

Gattaiola: tipica apertura posta sul fondo dei portoni, usata dai gatti come porta per entrare e uscire quando gli pare e piace.

Gene: sono strutture molto piccole che si trovano in ogni cellula del corpo. I geni sono istruzioni, o modelli, che dicono al corpo come crescere e svilupparsi, fabbricare le proteina necessarie, e quindi determinare le caratteristiche individuali, quali il colore degli occhi o il gruppo sanguigno. I geni si trovano in coppia e sono composti da strisce di materiale genetico chiamato acido deossiribonucleico, o DNA. Questi si allineano come perline su un filo formando cosí strutture piú grandi dette cromosomi.

Grooming: termine inglese con il quale viene definita la fase della toilettatura (o più precisamente l’allogrooming, cioè la “tolettatura” tra due gatti). Oltre ad essere un momento di cura per il gatto, rappresenta anche un atto di socializzazione. Non solo i felini si leccano utilizzando la lingua, ma anche i denti hanno una loro importanza.

H

I

L

M

N

O

P

Pulci: piccoli e quasi invisibili insetti privi di ali che per vivere si attaccano a mammiferi e uccelli, nutrendosi del loro sangue.

Pelo di protezione: rappresenta lo stato di pelo primario, o meglio il manto vero e proprio. E’ caratterizzato da una struttura più folta, spessa e lunga, posizionato sopra il sottopelo.

Petcare: letteralmente cura degli animali, identifica il settore che comprende accessori e prodotti
per la cura, l’igiene, la bellezza, il riposo e il comfort degli animali da compagnia; ovvero tutto ciò
che non riguarda l’alimentazione.

Pet food: alimenti per animali da compagnia.

Petshop: negozio specializzato nella vendita di prodotti per animali da compagnia e spesso anche
di animali vivi.

PNAA: acronimo che sta per Piano Nazionale di controllo ufficiale sull’Alimentazione Animale, un importante documento del Ministero della Salute redatto ogni tre anni. Il documento viene costantemente aggiornato e ha il compito di controllare il pet food, al fine di garantire un elevato livello di protezione della salute umana, animale e dell’ambiente.

Q

R

Rinario: meglio conosciuto come tartufo, è la zona di pelle umida, glabra e ispessita posta attorno alle narici. La parola rinario deriva dal termine latino rhinarium che vuol dire “correlato al naso”.

S

Setole: peli più lunghi e ispidi che insieme al sottopelo, rappresentano i peli secondari.

Sottopelo: Costituisce uno strato della pelliccia del gatto. Si tratta di un pelo secondario molto più vicino alla pelle, soffice e sottile, con la funzione di isolare il gatto per via della sua elevata densità.

Smorfia di Flehmen: anche chiamata posizione del Flehmen o reazione del Flehmen (dal verbo tedesco flehmen, mostrare l’arcata superiore dei denti), consiste nell’incurvare il labbro superiore in un modo caratteristico.

Sterilizzazione: la sterilizzazione riguarda il gatto femmina e consiste nella rimozione delle ovaie. Viene anche chiamata “ovariectomia”. L’età più indicata per lo svolgimento dell’operazione va è tradizionalmente quella compresa tra i 6 e i 9 mesi.

Svezzamento: indica la fase di vita che inizia quando i gattini hanno quattro settimane di vita e dura qualche settimana. Con lo svezzamento il gatto passa dal mangiare alimenti liquidi (il latte della madre) ad cibi solidi.

T

Tappeto lucido: Dal latino Tapetum lucidum, è una membrana posta dietro o talvolta all’interno della retina degli occhi del gatto. La quantità di luce che arriva ai fotorecettori della retina si somma a quella riflessa dal Tapetum lucidum. Inoltre, la membrana è in grado di far aumentare le capacità visive in condizioni di bassa luminosità.

Trasportino: contenitore in rete metallina, plastica o vimini utilizzato per trasportare o far viaggiare il gatto al sicuro.

U

V

Vaccino: preparazione rivolta a indurre la produzione di anticorpi protettivi da parte dell’organismo, conferendo una resistenza specifica nei confronti di una determinata malattia infettiva (virale, batterica, protozoaria). Per il gatto le vaccinazioni obbligatorie sono tre, meglio conosciute con il nome di “trivalente”. La trivalente comprende i vaccini per la rinotracheite (herpes virus), per la calicivirosi (calici virus) e per la gastroenterite virale (panleucopenia).

Vibrisse: le vibrisse sono organi tattili estremamente sensibili, in grado di percepire ogni minimo spostamento d’aria.

Z

Zecche: le zecche sono aracnidi ematofagi, ovvero animaletti simili ai ragni che si nutrono del sangue dell’animale al quale si attaccano. Cominciano a spuntare durante il periodo primaverile-estivo anche se, in alcuni casi, all’aperto possono sopravvivere fino a temperature di 7-8°C.