Pappa e coccole

cat-sitter-milano-pappa-e-coccole-gatto

Cat sitter a Milano

La pappa e le coccole aiutano il gatto a crescere in maniera sana sia fisicamente che mentalmente. Da brava Cat sitter ti spiego qui come fare.

La pappa del gatto

La pappa del gatto viene consumata dall’animale in più pasti al giorno per questa ragione bisogna dare a loro due pasti principali e lasciare una ciotola con del cibo secco per i loro spuntini spezza fame.

Attenzione perché i nostri mici fanno caso anche alla temperatura del cibo, che deve essere una via di mezzo tra la temperatura del loro corpo e quella dell’ambiente esterno; per questo motivo meglio mettere la ciotola del gatto in una posizione.

Ricordiamo poi che la ciotola deve essere larga e piana in modo che i baffi del gatto non vadano a sbattere contro i bordi. Anche lo stesso materiale della ciotola del gatto va scelto con attenzione: vanno scartate le ciotole di plastica che tendono ad assorbire col tempo l’odore del cibo, cosa che non piacerà al nostro micio. Perciò molto meglio comprare una ciotola in metallo o in ceramica. La ciotola del gatto va periodicamente lavata, senza usare detersivi, perché il gatto non sopporta l’odore del cibo precedente, e di non metterla vicino alla lettiera.

Cucinare la pappa al gatto

Un’alternativa al cibo acquistato nei supermercati può essere quello di cucinare per il nostro amico gatto. E’ una scelta che nasce dalla volontà di evitare di dare al micio cibi prodotti industrialmente. Si parla, in questo caso, di dieta casalinga: la dieta casalinga per il gatto consiste nella preparazione di alimenti senza additivi, conservanti, perché gli ingredienti sono materie prime. Questa scelta andrà sicuramente a favorire la corretta funzione dei reni in quanto il cibo casalingo è sempre umido, mai secco, con un alto contenuto di acqua. È una scelta sana che sicuramente può avere degli effetti positivi sulla longevità del gatto. Scegliere di preparare cibi in casa può diventare una cura per quei gatti che hanno particolari patologie: gatti anziani, gatti malati, gatti diabetici, con insufficienza renale, epatica, problemi cardiaci e quant’altro vedono la dieta casalinga come parte della terapia, complementare ai farmaci (che comunque servono).

Quali sono gli svantaggi di una dieta casalinga?

Scegliere di preparare un’alimentazione fatta in casa per il gatto può dare anche degli svantaggi. Gli svantaggi di una dieta fatta in casa possono essere la scorretta assunzione dei nutrienti, oppure la carenza di altri alimenti, causata, a volte, dalla fretta nella preparazione dei pasti, oppure dal non sapere preparare un pasto per il gatto.

Come si prepara un pasto casalingo per il gatto?

Per la corretta alimentazione homemade del vostro gatto bisogna chiedere consiglio al veterinario, che stilerà una tabella nutritiva personalizzata, in base cioè alle esigenze del vostro micio. Si, perché ogni gatto ha un fabbisogno diverso da tenere in considerazione.

Chi può preparare la pappa al mio gatto?

Se scegliete di far seguire una dieta casalinga al vostro gatto, per prima cosa è necessaria una visita dal veterinario che si accerterà dello stato di salute del vostro gatto e ne stilerà una dieta alimentare da seguire. Successivamente a casa si dovrà provvedere alla preparazione degli alimenti consigliati dal veterinario.

Io posso offrirti assistenza in questa scelta. Mi prendo cura dell’alimentazione del tuo gatto portandolo dal veterinario per il consulto nutrizionale e ne curo la preparazione del pasto a casa.

Il momento delle coccole

cat-sitter-milano-coccole-gatto

Le coccole sono un momento magico che permettono al gatto e al padrone di convalidare un legame di profondo amore. È importante che il padrone dedichi 1o minuti, quattro volte al giorno, alle coccole, giochi e spazzolatura o semplicemente carezze. Fa bene al proprietario ma soprattutto è un toccasana anche per il micio e la sua salute.

Come coccolare un gatto?

Per coccolare un gatto dobbiamo essere a conoscenza di quali zone accarezzare e quali non. I punti da toccare sono principalmente quelle zone dove sono concentrate le loro ghiandole odorifere. Quando quelle zone del gatto entrano in contatto con la vostra parte del corpo o della casa, rilasciano il profumo dell’animale su di noi e sull’oggetto. È un’operazione che lo rende felice perché rende l’ambiente in cui vive familiare.

Quali punti toccare?

cat-sitter-milano-coccole-al-gatto

Non tutte le parti del corpo sono accarezzabili. Le carezze possono essere fatte:

  • sul mento: viene accarezzato quando di solito non si conosce bene il gattino. Se praticato a lungo vi aiuterà a conquistare la fiducia anche del gatto più diffidente.
  • sulla base delle orecchie
  • sulle guance
  • sulla base della coda
  • sulla fronte

Cosa evitare di fare durante le coccole

Se c’è una zona da non accarezzare è sicuramente quella della pancia. Il motivo è molto semplice: il gatto è per natura sia un predatore che una preda ed è consapevole che la parte del ventre è la zona più importante da proteggere perché è lì che si trovano tutti gli organi vitali. C’è poi da sapere un’altra cosa: fate attenzione quando accarezzate le zampe del gatto, sono un’altra zona da evitare. È sconsigliato giocare con le zampine, cuscinetti e polpastrelli, a meno che non si conosca bene il gatto e ci sia un certo feeling. In ogni caso ricordatevi che il segreto per accarezzare un gatto senza procurargli fastidi è accarezzarlo con dolcezza e delicatezza, perciò non esercitate troppa forza nell’accarezzare questa zona delicata.

Il gatto “fa la pasta”

cat-sitter-gatto-che-fa-la-pasta

Quando coccolate il vostro gatto vi sarà capitato almeno una volta di vedere il vostro gatto che improvvisamente comincia a muovere le zampette alternativamente spingendo sulla superficie come se stesse impastando. Cosa sta facendo? Bè, dovete sapere che si tratta di un comportamento che il gatto conserva fin piccolo, quando ancora cucciolo, spingeva intorno al capezzolo della mamma gatta per far uscire il latte.

Cosa significa quando “fa la pasta”?

Significa che il gatto è felice, rilassato e tranquillo. Se inizia a fare la pasta su di noi sta cercando di dirci che ci vuole bene e che si trova a suo agio.

 

Attenzione

Se il gatto comincia a impastare per circa 24 ore al giorno sta cercando di comunicarvi un malessere fisico. Altrimenti il motivo può essere anche un accumulo di stress. In questo caso potete aiutare il gatto a guarire dandogli maggiori attenzioni, magari facendolo giocare di più o dedicandogli più tempo nella toelettatura.

 

 

Consiglio: è importante tagliare e limare le unghie al gatto in modo che non rimangano impigliate alle stoffe.

 

 

Siccome le coccole sono necessarie per il gatto, se il proprietario lavora o è fuori casa tutto il giorno bisognerebbe di chiamare un professionista che si occuperà di coccolare il vostro micio quando voi non siete a casa, in modo che al vostro ritorno lo possiate trovare felice e coccolato.

Hai bisogno di una catsitter che dia la pappa o fare le coccole al tuo gatto?

Se hai bisogno di una catsitter a Milano per preparare la pappa e fare le coccole al tuo micio mandami una richiesta di prenotazione compilando il form sottostante. Il mio servizio di catsitting offre assistenza per qualsiasi gatto in tutta Milano, garantendo prestazioni professionali e specializzate. In questo modo puoi esser sicuro di prenderti cura del tuo gatto.

Cat sitter a Milano


Contatta la tua Cat Sitter a Milano
Compila questo form per metterti in contatto con me e dare al tuo gatto tutta la compagnia e le attenzioni che merita. Ti risponderò entro 24 ore. Tutti i campi con * sono obbligatori.