L’uomo ed il gatto

cat-sitter-milano-uomo-e-il-gatto

Cat sitter a Milano

Sentir parlare del gatto descrivendolo un animale opportunista, non obbediente e poco intelligente non è poi così raro. Tuttavia in Italia almeno 7 milioni e mezzo di gatti popolano le nostre case (i cani sono 6 milioni e 900 mila). Ciò dimostra come infondo l’uomo apprezzi la compagnia dell’animale, tanto da esser diventato, molto spesso, il suo fedele compagno di vita. Per il gatto, invece, il padrone viene visto come una sorta di madre sostitutiva che può garantirgli la pappa necessaria al sostentamento, a cui lui risponde con coccole e affettuosità, soprattutto se abituato fin da piccolo a questo stile di vita.

Le fusa sono uno dei tanti modi con il quale il gatto manifesta il proprio affetto al padrone, oltre a “fare la pasta”, ossia muovere le zampe come le braccia di uomo mentre impasta la farina, un’azione tipica dei gattini sotto allattamento.

Altri modi di comunicare con l’uomo possono essere:

  • Muovendo la coda: se piegata all’estremità, a punto interrogativo esprime confidenza e amicizia, ma allo stesso tempo anche coccole e cibo dalla madre o dal compagno umano. Se è rilassato, la coda viene tenuta orizzontale o con una piega naturale verso il basso;
  • Espressioni del muso: muovendo gli occhi, le palpebre, le orecchie;
  • Strofinarsi: è un gesto con il quale esprimono la loro amicizia.

Il gatto è in grado di raggiungere la piena socializzazione con l’uomo se lo si abitua fin da piccolo alla sua presenza. In caso contrario armatevi di pazienza e coerenza perché il gatto non vi cederà così facilmente la sua fiducia essendo per natura un animale solitario e indipendente. Una volta conquistata la fiducia avrete tra le mani un bene prezioso e irripetibile, che vi darà la certezza di essere in sintonia con la natura e con voi stessi. Lo sguardo del gatto è in grado di trasmettere un’immensa profondità spirituale e mentale, ci aiuta a rilassarci dopo un’intensa giornata di lavoro o un accumulo di stress. In questi casi si può parlare di una vera e propria “gatto terapia” (Pet Therapy).

Cibo, carezze, giochi, collaborazione, condivisione di esperienze sono momenti che non devono mai mancare nella vita quotidiana del gatto perché sono importanti per approfondire il rapporto gatto-uomo. Pensiamo che i gatti trascorrono la giornata in solitudine, l’unico momento di incontro resta la sera quando ci si occupa di loro. Il gioco soprattutto è la via per una relazione più ricca e aiuta il gatto, soprattutto quello che vive in appartamento, ad evitare la cosiddetta “ansia da luogo chiuso”. Questa malattia fa sì che il gatto si comporti in maniera molto aggressiva verso il padrone.

Cat sitter a Milano


Contatta la tua Cat Sitter a Milano
Compila questo form per metterti in contatto con me e dare al tuo gatto tutta la compagnia e le attenzioni che merita. Ti risponderò entro 24 ore. Tutti i campi con * sono obbligatori.