Il gatto Bengala

cibo-gatto-milano-bengala

Cat sitter a Milano

Vuoi saperne di più sul gatto Bengala? Leggi sotto cosa c’è da sapere.

Maschio Femmina
Taglia Medio/Grande Media/Grande
Peso 8-9 kg 6 kg
Pelo Corto Corto
Colori Tabby marrone (nero), Seal Sepia Tabby, Seal Mink Tabby, Seal Lynx Point, Black Silver Tabby, Seal Silver Sepia Tabby, Seal Silver Mink Tabby, Seal Silver Lynx Point. Tabby marrone (nero), Seal Sepia Tabby, Seal Mink Tabby, Seal Lynx Point, Black Silver Tabby, Seal Silver Sepia Tabby, Seal Silver Mink Tabby, Seal Silver Lynx Point.
Vita media 15 anni 15 anni
Prezzo Tra 1200 euro ai 1600 euro Tra 1200 euro ai 1600 euro
Provenienza Stati Uniti Stati Uniti
Adatto a Appartamento con giardino Appartamento con giardino

 

Origine del gatto Bengala

pappa-gatto-milano-bengala

Il gatto Bengala o bengalese, è una razza ibrida, ossia un individuo nato dall’incrocio di due organismi con caratteristiche diverse: il gatto domestico e il gatto leopardato asiatico. Dall’incrocio doveva nascere un gatto domestico che fosse immune alla leucemia felina, caratteristica che il gatto leopardo aveva nonostante però non fosse mansueto. Purtroppo non si riuscì nell’intento, ma nacque una nuova razza: il Bangala. Poiché il leopardo aveva un carattere piuttosto selvatico e nervoso venne incrociato con alcune tra le razze di gatto più tranquille: Abissino, Burmese, Egyptian Mau e Ocicat.

Aspetto fisico del gatto Bengala

cura-gatto-milano-bengala

Fisicamente lo riconosciamo perché ha il manto molto simile a quello di un leopardo (disegno marbled) con macchie ben pronunciate che vanno dal bruno-rossastro a nero intenso. Il gatto bengalese ha un corpo piuttosto robusto e muscoloso che può arrivare a pesare 9 kg per il maschio, non più di 6kg per la femmina.

Carattere del gatto Bengala

Caratteristica unica di questo esemplare è che ama l’acqua, proprietà assai rara negli altri mici. Inoltre sono gatti chiacchieroni, che miagolano in maniera un po’ stridula, tanto che può risultare anche fastidioso se non si è abituati. Visto che nelle sue vene scorre il sangue di un leopardo, il bangalese è molto attivo e sempre curioso, e per questo motivo ha bisogno di spazio per saltare, arrampicarsi. Perciò non dobbiamo sorprenderci se lo troviamo in cima a una libreria, a un mobile, nelle borse della spesa, negli armadi, insomma nei posti più inaspettati. Il clima da giungla che si respirerà in casa sarà merito della sua estrema curiosità. Non preoccupiamoci, nonostante la sua irruenza resta un gatto affettuoso e non va lasciato troppo tempo da solo perché ama la compagnia.

Teniamo presente che ama correre, è consigliato aver un giardino o un po’ di spazio all’aperto dove il gatto possa sfogarsi. Anche in casa non sarebbe male avere un bel po’ di spazio dove divertirsi. Queste sono informazioni che spesso vengono tralasciate dal venditore quando si decide di acquistare un bengala.

Prendersi cura di un gatto Bengala

Per quanto riguarda la salute, non ha esigenze particolari. Come qualsiasi gatto domestico è bene spazzolarlo ogni tanto, più spesso durante i periodi di muta. Due volte al mese, pulitegli gli occhi con un panno umido e regolategli le unghie. E’ un gatto molto goloso per cui bisogna stare attenti a cosa e quanto mangia: il cibo deve essere di qualità, con pasti leggeri. Predilige pollo crudo e carne cruda magra, da evitare il latte e i suoi derivati.

Cat sitter a Milano


Contatta la tua Cat Sitter a Milano
Compila questo form per metterti in contatto con me e dare al tuo gatto tutta la compagnia e le attenzioni che merita. Ti risponderò entro 24 ore. Tutti i campi con * sono obbligatori.