Il gatto Bobtail Giapponese

catsitter_milano_ ale_bobtail-giapponese

Cat sitter a Milano

Vuoi saperne di più sul gatto Bobtail Giapponese? Leggi sotto cosa c’è da sapere.

Maschio

Femmina
Taglia Media Media
Peso 3.6 – 5.4kg 2.7 – 3.6 kg
Pelo Corto o semi lungo Corto o semi lungo
Colori Tutte le varietà di colore sono permesse, tranne i silver (shell/shaded, golden) ticked tabby e pointed Tutte le varietà di colore sono permesse, tranne i silver (shell/shaded, golden) ticked tabby e pointed
Vita media 13 anni 13 anni
Prezzo Dai 600 euro ai 1000 euro Dai 600 euro ai 1000 euro
Provenienza Cina Cina
Adatto a Appartamento o fuori in giardino Appartamento o fuori in giardino

Origine del gatto Bobtail Giapponese

catsitter_milano_gatto_bobtail_giapponese

Il gatto Bobtail Giapponese, a differenza di quanto dice il nome, non è un gatto originario del Giappone ma proviene dalla Cina. In Cina veniva utilizzato dai monaci buddisti nel Seicento-Settecento d.C. per tenere i topi lontano dai rotoli di carta di riso nei templi.

Arrivò nel paese del Sol levante intorno all’undicesimo secolo, considerato da quel momento in poi un vero e proprio porta fortuna. Tant’è che lo troviamo ritratto su cartoline e statuette, spesso con una zampa sollevata nell’atto di dare una benedizione.

Queste statue in ceramica vengono chiamate “Maneki-Neko“, simbolo di benvenuto ed anche di fortuna. Il nome “Maneki-Neko“significa “tre pellicce” e si riferisce ai tre colori del mantello di questi gatti: rosso, bianco e nero. Secondo la leggenda, chiunque ne trovi uno davanti la porta il primo giorno dell’anno avrà un anno fortunato.

Si tratta di una delle razze più antiche del Giappone. Viene anche chiamato il gatto con la coda a pom-pom, oppure a crisantemo, fiore emblema del Giappone nonché simbolo della casa imperiale. Non si sa da quale specie siano stati originati, ma è certo che vivono al fianco dei giapponesi da molto tempo.

Esistono loro tracce risalenti al XV secolo, infatti risultano essere i protagonisti di miti, leggende e storie di paura tipiche del paese. Il gatto Bobtail Giapponese è ritratto molto spesso in antiche raffigurazioni, allo scopo di abbellire l’immagine.

Per via della loro coda atipica, si sono sviluppate a proposito antiche leggende che parlavano del gatto demone di Okabe, caratterizzato da una coda biforcuta. L’unico essere in grado di sconfiggerlo era proprio il nostro Bobtail Giapponese con la coda corta e a pom pom. Ed è ancora oggi usanza dei marinai, portarsi a bordo un gatto Bobtail Giapponese per scongiurare con la loro magica presenza possibili tempeste nel mare.

Un ulteriore leggenda giapponese che ruota attorno la loro particolare coda narra che essa si fosse bruciata accidentalmente in una casa comune. Il gatto dalla coda bruciata, spaventato, corse per tutta la città con la sua coda in fiamme, bruciando tutto al suo passaggio. Per far sì che il fattaccio non si ripetesse mai più, l’imperatore ordinò di tagliare la coda a tutti i gatti.

In Giappone cominciarono ad essere allevati da Judy Crawford, moglie di un militare di stanza in quel paese, la quale inviò nel 1968 qualche gatto Bobtail Giapponese negli Stati Uniti e nel 1976 la razza venne riconosciuta ed ammessa al Campionato della Cat Fanciers’ Association. In Europa arriva negli anni ’80, grazie all’allevatore svizzero Rolf Voehringer, con successivo riconoscimento della Federazione Felina Internazionale nel 1988.

Aspetto fisico del gatto Bobtail Giapponese

catsitter_ale_milano_bobtail_giapponese

 

Il gatto Bobtail Giapponese è un micio di taglia media, e si può trovare sia a pelo semilungo che a pelo corto. Ha il corpo snello e muscoloso, con una testa a forma di triangolo equilatero dai contorni morbidi. Le zampe in proporzione al corpo sono lunghe, snelle e alte; in particolare le zampe posteriori sono più lunghe di quelle anteriori e sono molto angolate. Questo fa sì che quando il gatto è in posizione di riposo, il tronco non rimane inclinato, ma è praticamente orizzontale.

Come già accennato la caratteristica del Bobtail Giapponese è la coda corta e raccolta simile ad una spirale che contribuisce a formare una specie di pon-pon. La particolarità della coda deriva da una mutazione genetica avvenuta molto tempo fa.

Probabilmente la mutazione è dovuta alla condizione geografica del Giappone, che essendo un arcipelago, riduce le possibilità di ampliamento del patrimonio genetico e favorisce gli accoppiamenti fra consanguinei.

Carattere del gatto Bobtail Giapponese

Il Bobtail Giapponese è un gatto vivace, intelligente e curioso. Sono gatti in grado di apprendere in fretta e non hanno problemi a convivere con altri animali o loro coetanei. E’ socievole sia con estranei che con familiari, tanto che si lascia portare al guinzaglio.  È un gatto che ha bisogno sempre di stimoli quindi il gioco deve far parte delle routine giornaliera.

Affettuoso e molto intelligente, si adatta sia alla vita in casa che alla vita all’aperto. Nonostante la sua espressione sorniona questa razza può rivelarsi a volte dispettosa: non stupitevi se vi nasconde oggetti o apre il frigorifero. Molto estroverso, fa sentire la sua voce ovunque con i suoi tipici miagolii melodiosi”. Se voi rivolgete loro la parola avrete subito una loro risposta!

Come prendersi cura di un Bobtail Giapponese

Un Bobtail Giapponese dal pelo corto non ha bisogno di essere spazzolato tutti i giorni, possono baste anche due spazzolate alla settimana. La spazzolatura può essere fatta con una spazzola di setola pura e un pettine a denti medi. Mentre la versione dal pelo lungo può essere spazzolate più spesso. Attenzione perché è un gatto molto soggetto all’alopecia.

L’alimentazione del gatto Bobtail Giapponese deve essere varia: gli possono essere somministrati sia cibi confezionati, sia freschi, a seconda della propria disponibilità. E’ un gatto ghiotto di pesce per questo motivo glielo si può servire nella ciotola una volta a settimana.

Cat sitter a Milano


Contatta la tua Cat Sitter a Milano
Compila questo form per metterti in contatto con me e dare al tuo gatto tutta la compagnia e le attenzioni che merita. Ti risponderò entro 24 ore. Tutti i campi con * sono obbligatori.